Diego Zandel

Il fratello greco

ISBN: 978-88-89920-53-4

Errico (con due “erre”, in onore di Errico Malatesta) vive in funzione del lavoro ed è insoddisfatto della routine coniugale. Spiazzato da un imprevisto prepensionamento, coglie l’occasione per allontanarsi dalla propria quotidiana, stanca routine. La meta è Kos, isola greca al largo della Turchia dove nel ’43 il padre Achille scampò ai tedeschi rifugiandosi nell’ovile di una coppia di allevatori, Panayotis e Zafira. Una volta rintracciati, Errico si scontra però con un’inaspettata diffidenza. Perché Panayotis, dal letto dove giace malato, urla delirante il nome di Achille? Di cos’ha paura Zafira? Chi è l’uomo ritratto nella foto e così simile a suo padre?
Attraverso un diario ingiallito, l’incontro con la bella Soula e l’immersione in un micromondo caratterizzato da pregiudizi atavici e dirompente passionalità, Errico intraprende un percorso che lo porterà a scoprire verità nascoste per troppo tempo e, soprattutto, a rivalutare il proprio presente.
Diego Zandel si conferma narratore suggestivo, attento all’intreccio e alla creazione di personaggi umanamente imperfetti, abile nel far convergere le maglie del destino verso possibilità nuove, inaspettate (per Errico, Soula, Sara), dalle solide e forti radici piantate in una splendida isola greca.

PAGINE: 240
ANNO: 2010

 14,00

Share this post

Product Description

Errico (con due “erre”, in onore di Errico Malatesta) vive in funzione del lavoro ed è insoddisfatto della routine coniugale. Spiazzato da un imprevisto prepensionamento, coglie l’occasione per allontanarsi dalla propria quotidiana, stanca routine. La meta è Kos, isola greca al largo della Turchia dove nel ’43 il padre Achille scampò ai tedeschi rifugiandosi nell’ovile di una coppia di allevatori, Panayotis e Zafira. Una volta rintracciati, Errico si scontra però con un’inaspettata diffidenza. Perché Panayotis, dal letto dove giace malato, urla delirante il nome di Achille? Di cos’ha paura Zafira? Chi è l’uomo ritratto nella foto e così simile a suo padre?
Attraverso un diario ingiallito, l’incontro con la bella Soula e l’immersione in un micromondo caratterizzato da pregiudizi atavici e dirompente passionalità, Errico intraprende un percorso che lo porterà a scoprire verità nascoste per troppo tempo e, soprattutto, a rivalutare il proprio presente.
Diego Zandel si conferma narratore suggestivo, attento all’intreccio e alla creazione di personaggi umanamente imperfetti, abile nel far convergere le maglie del destino verso possibilità nuove, inaspettate (per Errico, Soula, Sara), dalle solide e forti radici piantate in una splendida isola greca.

Informazioni aggiuntive

autore

isbn

978-88-89920-53-4

pagine

240

anno

2010

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il fratello greco”