Matteo De Simone

Denti guasti

ISBN: 978-88-89920-61-9

Denti guasti, ovvero la sceneggiatura di un film neorealista che preferiremmo non vedere, il brutto film dell’Italia contemporanea che, nella civilissima Torino, invoca il senso dell’esistenza.
Esistere e sopravvivere nel disfacimento della coesione sociale, nell’imbarbarimento dei rapporti, anche i più intimi, nella violenza cieca – ma visibilissima – dei diseredati, e in quella affatto miope – ma invisibile – del progetto politico e culturale vissuto sulla pelle e inflitto nella carne del paese in questi anni scuri: viviamo in una società dissociata dalla propria storia, senza più meta se non il presente stesso. In una parola, senza futuro. Possiamo certo continuare a mentire. A noi stessi sopratutto.
Pierpaolo Capovilla

PAGINE: 232
ANNO: 2011

Share this post

Denti guasti, ovvero la sceneggiatura di un film neorealista che preferiremmo non vedere, il brutto film dell’Italia contemporanea che, nella civilissima Torino, invoca il senso dell’esistenza.
Esistere e sopravvivere nel disfacimento della coesione sociale, nell’imbarbarimento dei rapporti, anche i più intimi, nella violenza cieca – ma visibilissima – dei diseredati, e in quella affatto miope – ma invisibile – del progetto politico e culturale vissuto sulla pelle e inflitto nella carne del paese in questi anni scuri: viviamo in una società dissociata dalla propria storia, senza più meta se non il presente stesso. In una parola, senza futuro. Possiamo certo continuare a mentire. A noi stessi sopratutto.
Matteo De Simone, con questo romanzo, ti sbatte in faccia la realtà. Il suo è un approccio “antropologico”: descrive con circostanza e sicurezza, persone ed esistenze, storie di vita e di morte, speranze imprigionate nelle sorridenti bugie dell’odioso immaginario edonistico dell’oggi. Lo fa con precisione chirurgica, ma non dimentica il valore narrativo della metafora e dell’iperbole poetica.
Denti guasti è un grido di disperazione. Ma, se osservi attentamente, aguzzando lo sguardo fra le parole, lo vedi, perché c’è. Quel magnifico desiderio – è imperioso – di riscatto, di emancipazione, di giustizia. È la bellezza della vita, che ci manca tanto.
Pierpaolo Capovilla

Informazioni aggiuntive

autore

isbn

978-88-89920-61-9

pagine

232

anno

2011

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Denti guasti”