Mirella Ioly

Antonia

ISBN: 978-88-89920-90-9

«Le vicende politiche come la natura, come i sussulti dei terremoti o la furia delle inondazioni o la penuria di piogge, potevano solo essere subite, erano di nuovo fuori dal nostro dominio».

PAGINE: 352
ANNO: 2013

 14,00

Share this post

Product Description

«Le vicende politiche come la natura, come i sussulti dei terremoti o la furia delle inondazioni o la penuria di piogge, potevano solo essere subite, erano di nuovo fuori dal nostro dominio».

Antonia è nata a Coquimbo, la baia del Corsaro Drake, e qui è cresciuta nella miseria, in una famiglia dominata “da mescolanze di religione e di sesso” e dalla carismatica negligenza del patriarca José Antonio. Ha sposato Ricardo, ha vissuto sulla propria pelle le scosse telluriche del golpe di Pinochet, ed è infine fuggita in Canada, per crearsi una nuova vita: una donna ostinata, forse non “forte e fiera” come sua madre Enríqua, ma di certo ostile ai compromessi con gli uomini della sua famiglia, disseminati agli estremi del globo e tutti, ancora, in alto mare. Al suo fianco ora c’è George, “il marito canadese”, angelo custode e interlocutore acuto, punto di riferimento di cui Antonia non potrebbe fare a meno. Ma nel suo percorso introspettivo sul lettino del Dr Ray i ricordi verranno a galla come pesci in un lago avvelenato, minando le certezze del presente. La vita di Antonia si rivelerà basata su segreti, su false quanto antiche credenze, su rancori inestirpabili e taciuti. ”Antonia” è un romanzo oceanico e frammentario quanto la psiche umana, le sue pagine una tela di passioni e tradimenti, malinconie e gioie quotidiane, confessioni e infinita umanità. Ma in fondo dei fatti esistono solo versioni, e questa è la versione di Antonia.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Antonia”